La struttura di un burattino

topo piedi alinavatar feste per bambini torinoLe informazioni che seguono vi serviranno per farvi capire meglio cosa sono i burattini che vedete durante le feste per bambini a Torino, e per farvi capire il lavoro del burattinaio.

Il burattino è un fantoccio fatto in materiali diversi come potrebbero essere il legno o altri, che appare nello spettacolo con la sua figura completa, animato da una persona nascosta, chiamato il burattinaio.
I burattini nel loro aspetto appaiono molto raffinati e particolareggiati, sia nei lineamenti che nei loro costumi, e la loro raffinatezza è anche visibile dagli abiti e dai materiali di cui sono composti.
Al contrario da quanto si potrebbe credere il movimento di un burattino non è per nulla semplice, il riuscire a comandarlo, a fargli fare i movimenti desiderati richiede un certo tipo di allenamento non proprio breve, specialmente se si vuole che il burattino stesso manifesti una certa personalità o atteggiamento.

Tranne i burattini animati elettronicamente, tutti gli altri sono mossi grazie a dei cavi gestiti dal burattinaio, collegati da un lato ad una croce che funge, potremo dire da telecomando per i burattini, e all’altro lato sono collegati alle giunture di braccia, gambe, testa, fianchi ed eventualmente altre parti del loro corpo.

Particolari collegamenti e lavori vengono fatti alle mani e ai piedi per potere gestire meglio il burattino, anche per far si che i suoi gesti sembrino più umani.
Pensando a come un burattinaio riesce a muovere il suo burattino, grazie a questi cavi collegati alla croce, e fargli fare dei movimenti che ricordino quelli di una persona, ci si può rendere conto che il muovere tale burattino non è per nulla semplice per un non addetto ai lavori.

I burattini comuni (quelli animati dai cavi ) sono normalmente in legno, che può provenire da alberi di genere diverso, mentre quelli elettronici sono fatti di materiali plastico, gli occhi sono di vetro ma potrebbero anche essere intagliati e dipinti, ad ogni modo gli occhi in vetro sono preferibili per l’aspetto quasi umano che danno al burattino.
La parte del corpo che dovrebbe rappresentare la pelle del burattino, è sempre ovviamente dipinta con dei colori adatti per dargli l’aspetto quasi umano.
I capelli sono delle parrucche, e nei burattini più raffinati, queste sono composte da capelli umani.

Quindi adesso potete avere un’idea più generale del background di una festa per bambini a Torino, sapete cosa comporta far muovere il burattino in una certa maniera e l’abilità necessaria per farlo.

I commenti sono chiusi